4) Non tutti i noduli tiroidei portano a ipertiroidismo

12/02/2020 Non attivi di Roberto Emiliani

4) Non tutti i noduli tiroidei portano a ipertiroidismo

Di Kate Ruder, 18 marzo 2021

Diabete di tipo 2 collegato a un aumento del rischio di malattia di Parkinson

I dati genetici suggeriscono che potrebbe esserci una relazione diretta tra il diabete di tipo 2 e un rischio più elevato di disturbo del movimento, così come la sua progressione. . .

Di Lisa Rapaport, 12 marzo 2021

Ulteriori prove L’iniezione settimanale di Semaglutide aiuta le persone con diabete a perdere peso

Venduto in una dose inferiore con i marchi Ozempic e Rybelsus per il trattamento del diabete di tipo 2, il semaglutide può anche essere sicuro ed efficace per il peso cronico. . .

Di Lisa Rapaport, 8 marzo 2021

8 cose che le persone con diabete devono sapere sui vaccini COVID-19

Scopri la sicurezza, l’efficacia e l’importanza dei vaccini COVID-19 se tu o una persona cara convivete con il diabete di tipo 1 o di tipo 2.

Di Kate Ruder, 21 gennaio 2021

Esiste un legame tra il diabete di tipo 2 e l’inquinamento atmosferico?

Studi scientifici emergenti suggeriscono che l’esposizione all’inquinamento atmosferico può influenzare il rischio di diabete e rendere la malattia più difficile da gestire se si. . .

Di Kate Ruder, 20 gennaio 2021

La metformina può portare a gravidanze più sane nelle donne con diabete di tipo 2

Le donne incinte con diabete di tipo 2 che hanno assunto metformina hanno guadagnato meno peso, hanno richiesto harmoniqhealth.com meno insulina e hanno avuto un minor rischio di avere bambini grandi. . .

Di Lisa Rapaport, 10 dicembre 2020

La maggior parte dei diabetici può essere a rischio molto elevato di malattie cardiache fatali in 10 anni

I risultati di nuovi studi sottolineano l’importanza di gestire i fattori di rischio di malattie cardiache se si vive con il diabete di tipo 2.

Di Melissa John Mayer, 1 dicembre 2020

Dieta mediterranea legata a un rischio di diabete ridotto del 30% nelle donne

I risultati del follow-up ventennale aiutano a illuminare i percorsi chiave nel corpo che aiutano a spiegare i benefici protettivi di questo popolare stile alimentare.

Di Becky Upham, 23 novembre 2020

7 errori di dieta a basso contenuto di carboidrati da evitare quando si ha il diabete

Ridurre i carboidrati è un pilastro della gestione del diabete, ma non è infallibile. Evita questi errori a basso contenuto di carboidrati per una migliore salute con il diabete di tipo 2.

Di K. Aleisha Fetters, 13 novembre 2020 “

È importante determinare la causa del tuo ipertiroidismo per trattarlo correttamente. iStock

La tiroide, una piccola ghiandola situata alla base del collo, è responsabile di numerose funzioni del corpo. Gli ormoni che secerne aiutano a mantenere la temperatura corporea e la frequenza cardiaca, così come la funzione cerebrale e muscolare. La tua tiroide aiuta anche a controllare il modo in cui il tuo corpo usa l’energia. (1,2) L’ipertiroidismo si riferisce a una ghiandola tiroidea iperattiva.

Quando la tiroide diventa iperattiva, il metabolismo accelera molto più del normale, il che può provocare una varietà di sintomi, tra cui battito cardiaco accelerato, perdita di peso improvvisa e irritabilità. Può persino interrompere la digestione e i livelli di energia complessivi. (1,2)

All’inizio può essere difficile individuare la causa precisa di questa iperattività. La colpa può essere dell’ereditarietà, così come della tua storia di salute e di eventuali malattie recenti. Una causa comune di ipertiroidismo è una condizione autoimmune chiamata malattia di Graves. (1)

Ma ci sono altre cause e fattori di rischio per l’ipertiroidismo che non rientrano nel regno delle malattie autoimmuni. Anche la tua età e il tuo sesso possono avere un ruolo.

La malattia di Graves potrebbe essere la causa della tiroide iperattiva

“Il più delle volte vedo ipertiroidismo dovuto alla malattia di Graves”, afferma Gregory Dodell, MD, assistente professore di medicina, endocrinologia, diabete e malattie delle ossa presso la Icahn School of Medicine del Mount Sinai a New York City. “Questo è un processo autoimmune, il che significa che gli anticorpi stimolano eccessivamente la ghiandola tiroidea. “(3)

Come altre condizioni autoimmuni, la malattia di Graves è il risultato dell’attacco del tuo corpo. In questo caso, il tuo corpo produce anticorpi che distruggono il tessuto tiroideo sano. Ciò può causare iperattività e conseguenti sintomi di ipertiroidismo. Può anche causare l’ingrandimento della ghiandola tiroidea, chiamata gozzo. (1,2,4)

L’anticorpo primario da incolpare è chiamato anticorpo del recettore della tireotropina (TRAb). Il TRAb agisce in modo simile alla ghiandola pituitaria del cervello, che regola naturalmente il rilascio degli ormoni tiroidei. Ma quando anche TRAb diventa attivo, i livelli di ormone tiroideo salgono alle stelle. Questo, in sostanza, è il modo in cui la malattia di Graves causa ipertiroidismo. (5)

Le persone con malattia di Graves possono anche sviluppare l’oftalmopatia di Graves (nota anche come malattia dell’occhio della tiroide) e la dermopatia di Graves. L’oftalmopatia di Graves provoca l’infiammazione dei muscoli e dei tessuti dietro gli occhi, provocando una serie di sintomi agli occhi, come visione offuscata, arrossamento e lacrime in eccesso. I tuoi occhi possono anche gonfiarsi leggermente, causando dolore e disagio. Secondo la Mayo Clinic, circa il 30% delle persone con malattia di Graves ha manifestazioni oftalmiche, mentre alcune ricerche affermano un intervallo dal 25 al 50%. (6) Se non trattata, l’oftalmopatia di Graves può eventualmente causare la perdita della vista. (5)

La dermopatia di Graves causa sintomi della pelle, come la pelle spessa e rossa che di solito si sviluppa sulla parte superiore dei piedi e degli stinchi. A differenza dell’oftalmopatia di Graves, la dermopatia di Graves è relativamente rara. (5)

Che cos’è la tiroidite e in che modo è correlata all’ipertiroidismo?

La tiroidite si riferisce a una tiroide infiammata (gonfia). Questo a volte accade a seguito di un’infezione virale, secondo il dottor Dodell. (3) Ma è anche possibile che la ghiandola tiroidea si infiammi senza alcun motivo rilevabile. La tiroidite di solito non causa alcun dolore. (1)

Una volta che la tiroide è infiammata, risponde emettendo quantità eccessive di ormone tiroideo nel flusso sanguigno. Nel tempo, il tuo corpo risponde agli alti livelli di ormoni in ogni sistema. (1)

La tiroidite postpartum è una condizione in cui la tiroide si infiamma dopo la gravidanza. Questa forma di ipertiroidismo è temporanea e di solito scompare da sola dopo diversi mesi e senza trattamento. (1,4) Tuttavia, la tiroidite postpartum può portare a ipotiroidismo, nel qual caso potrebbe essere necessario assumere sostituti dell’ormone tiroideo. (7)

Un altro sottotipo di tiroidite è chiamato tiroidite subacuta. A differenza della tiroidite tradizionale, questa forma è rara e fa sì che la tiroide sia dolorosa al tatto. (1)

Sfortunatamente, non ci sono sintomi di tiroidite. (L’eccezione è se hai la tiroidite subacuta). Potresti avvertire prima i sintomi dell’ipertiroidismo, che potrebbe portare il medico a diagnosticare la tiroidite come causa sottostante. (7)

Come il morbo di Graves, la tiroidite può essere il risultato di anticorpi che attaccano e infiammano la ghiandola tiroidea. Alcuni farmaci possono anche distruggere le cellule tiroidee, portando a questa condizione. Questi includono l’amiodarone (Cordarone), assunto per il battito cardiaco irregolare, così come l’interferone, assunto per le infezioni virali. (7)

La tiroidite indotta da radiazioni è una forma che si verifica a seguito di trattamenti contro il cancro. (7)

I noduli tiroidei possono produrre sintomi di ipertiroidismo

I noduli tiroidei sono piccole cisti piene di liquido. Sebbene di solito non siano cancerogeni, questi noduli a volte possono causare altri problemi. Alcune cisti possono diventare “calde”, inducendo la tiroide a produrre più ormoni di quanto dovrebbe. Questi sono anche chiamati noduli tiroidei “iperfunzionali”, che possono portare al gozzo. (1,8)

Il numero di noduli che si sviluppano sulla ghiandola tiroidea varia. Potresti averne solo un paio o più. Anche i noduli tiroidei si verificano più frequentemente nelle donne. (4)

Non tutti i noduli tiroidei portano a ipertiroidismo. In effetti, circa il 30% delle donne intorno ai 30 anni può inconsapevolmente avere un nodulo tiroideo. (8)

I noduli tiroidei vengono solitamente rilevati durante i test di routine. A volte possono essere avvertiti durante un esame fisico quando il medico sente l’area della ghiandola tiroidea. L’unico modo per confermare la presenza dei noduli è tramite una radiografia o un’ecografia tiroidea. (8)

Come con la tiroidite, potresti manifestare sintomi di ipertiroidismo prima ancora di sapere di avere i noduli tiroidei. Una volta che il medico conferma che hai ipertiroidismo tramite test di laboratorio, potrebbe ordinare un test di ricaptazione dello iodio radioattivo per determinare se hai noduli tiroidei e se qualcuno di questi può essere considerato “caldo” o produttore di ormoni. (8)

Incidenza e fattori di rischio: chi è affetto da ipertiroidismo

Si stima che l’ipertiroidismo si manifesti in circa 1 persona su 100 negli Stati Uniti, una cifra molto più alta rispetto a 1 persona su 20 che si stima abbia una tiroide ipoattiva (ipotiroidismo). (2)

Età e sesso

L’ipertiroidismo è più comune nelle donne e potresti essere a maggior rischio se hai un familiare con una malattia della tiroide. Avere 60 anni o più ti mette anche a un rischio maggiore di sviluppare ipertiroidismo. (1,2) L’eccezione è la malattia di Graves, che di solito si sviluppa prima dei 40 anni. (5)

Le fluttuazioni ormonali durante la menopausa e la gravidanza possono anche portare a casi temporanei di ipertiroidismo. La gravidanza, in particolare, può portare a un’iperattività che può durare fino a un anno dopo il parto. (2) La tiroidite postpartum si verifica in circa il 10% delle donne. A volte i suoi sintomi vengono interpretati erroneamente come quelli della depressione postpartum, che può rendere difficile la diagnosi della malattia della tiroide all’inizio. (4)

Iodio in eccesso

Secondo Dodell, l’eccesso di iodio può anche portare a una tiroide iperattiva. “Assumere troppo iodio può peggiorare l’ipertiroidismo, quindi sconsiglio integratori di iodio o integratori che promuovono una cura della tiroide”, dice. (3)

Lo iodio stesso è un nutriente essenziale che aiuta la tiroide a produrre ormoni. È disponibile come oligoelemento nei frutti di mare, nonché nei prodotti lattiero-caseari, nelle uova e nei cereali fortificati. (9) Forse la più grande fonte di iodio nella dieta americana è il sale iodato. A causa dell’elevato accesso allo iodio nella dieta, la carenza di iodio è relativamente rara negli Stati Uniti. (9)

Ma assumere troppo iodio può far sì che la tiroide produca troppi ormoni. La quantità giornaliera raccomandata di iodio per gli adulti è di 150 microgrammi (mcg) al giorno. Le donne in gravidanza e in allattamento necessitano rispettivamente di 220 e 290 mcg. (9)

L’unico modo in cui il medico può misurare i livelli di assunzione di iodio è attraverso un campione di urina. Questo perché fino al 90% dello iodio alimentare viene escreto attraverso l’urina. (9)

Lo iodio può anche interagire con i farmaci antitiroidei usati per trattare l’ipertiroidismo. Se c’è troppo iodio nella tua dieta, può rendere la tua condizione più difficile da trattare. (9)

Genetica e malattie autoimmuni

Una storia familiare di malattie autoimmuni può anche aumentare il rischio di malattia di Graves. Sebbene le malattie autoimmuni siano ereditarie, è anche possibile avere diversi tipi di condizioni autoimmuni rispetto ai tuoi genitori e parenti. (1,5)

Potresti anche essere a maggior rischio di tiroidite se hai una malattia autoimmune. L’artrite reumatoide e il diabete di tipo 1 sono esempi. (4,5)

Se hai una predisposizione genetica per la malattia di Graves, elevate quantità di stress e fumare sigarette possono aumentare il rischio di sviluppare ipertiroidismo in futuro. (5)

Se si verificano possibili sintomi di ipertiroidismo, consultare il medico. Possono misurare i livelli di ormone tiroideo nel sangue e condurre altri test per determinare la causa dell’iperattività tiroidea, in modo da poter iniziare un trattamento efficace.

Risorse che amiamo

Mayo ClinicAmerican Thyroid AssociationHormone Health NetworkGraves ‘Disease and Thyroid Foundation

Iscriviti alla nostra Newsletter per una vita sana!

Fonti editoriali e verifica dei fatti

Riferimenti

Ipertiroidismo (ghiandola tiroide iperattiva). Mayo Clinic. 28 ottobre 2015. Pensando alla tua tiroide: impara a conoscere questa piccola ma potente ghiandola. National Institutes of Health: News in Health. Settembre 2015. Intervista a Gregory Dodell. Icahn School of Medicine al Monte Sinai. Agosto 2018. Malattia della tiroide. Office on Women’s Health. 16 marzo 2018. Graves ‘Disease. Mayo Clinic. 6 marzo 2018. Stan MN, Garrity JA, Bahn RS. La valutazione e il trattamento dell’oftalmopatia di Graves. Le cliniche mediche del Nord America. Marzo 2012. Tiroidite. Associazione americana della tiroide. Noduli tiroidei. Associazione americana della tiroide. Iodio. National Institutes of Health Office of Dietary Supplements. 2 marzo 2018. Mostra meno

Le ultime novità in fatto di ipertiroidismo

7 segni e sintomi della malattia dell’occhio tiroideo (oftalmopatia di Graves)

I sintomi della malattia dell’occhio della tiroide possono essere simili a quelli di altre condizioni dell’occhio.

Di Jessica Migala, 1 gennaio 2021

Cosa sapere sulla malattia dell’occhio tiroideo (oftalmopatia di Graves)

L’infiammazione nei tessuti oculari può causare problemi come perdita della vista e proptosi (rigonfiamento degli occhi).

Di Jessica Migala, 1 gennaio 2021

Gli operatori sanitari che dovrebbero far parte del tuo team di assistenza per le malattie degli occhi della tiroide

Questi medici ed esperti possono aiutare a trattare i sintomi della malattia degli occhi della tiroide (oftalmopatia di Graves).

Di Jessica Migala, 1 gennaio 2021

7 modi per alleviare i sintomi della malattia dell’occhio tiroideo

Usa questi suggerimenti per alleviare i sintomi della malattia dell’occhio della tiroide in modo naturale.

Di Blake Miller, 15 dicembre 2020

4 Trattamenti per la malattia dell’occhio della tiroide

La malattia dell’occhio della tiroide può essere una condizione debilitante. Ecco quattro modi per alleviare i sintomi.

Di Blake Miller, 15 dicembre 2020

Cosa sapere sulla menopausa se soffri di ipotiroidismo

L’ipotiroidismo e la menopausa condividono molti degli stessi sintomi. Scopri come puoi capire la differenza e come ottenere sollievo.

Di Erica Patino24 settembre 2020

Ipotiroidismo e ansia: qual è il collegamento?

L’ipotiroidismo è stato a lungo associato alla depressione, ma anche l’ansia è comune. Scopri perché e cosa puoi fare per sentirti meglio.

Di Erica Patino24 settembre 2020

10 cose da fare e da non fare per fare esercizio se soffri di ipotiroidismo

L’esercizio fisico può aiutarti a gestire sintomi come affaticamento, aumento di peso e dolori articolari, ma è importante prendere alcune precauzioni.

Di Julie Stewart, 11 giugno 2020

L’ipotiroidismo è la causa delle mestruazioni irregolari?

Bassi livelli di tiroide possono causare cambiamenti ormonali che influenzano il sistema riproduttivo.

Di Julie Stewart, 11 giugno 2020

Il legame tra ipotiroidismo e sindrome del tunnel carpale

Hai dolore e intorpidimento alla mano o al braccio? Ecco come l’ipotiroidismo può svolgere un ruolo in questi sintomi.

Di Katherine Lee, 30 gennaio 2020 “

Se utilizzata con la medicina tradizionale, l’aromaterapia può offrire benefici curativi. Tatyana Ermakova / Shutterstock

Non un’altra infezione del tratto urinario! Chiunque abbia mai avuto un’infezione del tratto urinario (UTI) – e questa è la maggior parte delle donne – sa quanto possa essere irritante e pericoloso. Alcuni di noi sono anche inclini a infezioni del tratto urinario ricorrenti, dove le infezioni continuano ad arrivare.

Fortunatamente, ci sono passaggi che puoi intraprendere per tenere a bada le infezioni del tratto urinario.

Uno di questi è l’aromaterapia o l’uso di oli essenziali di alta qualità per aiutare il corpo e la mente. Se sei incline alle infezioni del tratto urinario o stai combattendo attivamente un’infezione, può essere utile usare gli oli in modo di supporto, afferma Heidi Chesla, specialista in aromaterapia a Baltimora e dintorni e istruttrice di medici presso la University of Maryland School of Medicinale.

Sintomi di infezioni del tratto urinario

La condizione fin troppo comune di una UTI si verifica quando i batteri che si trovano tipicamente intorno all’ano migra nell’uretra sterile (il tubo da cui esce la pipì) o nella vescica e inizia a moltiplicarsi.